Difficoltà a dormire? La L-teanina è la tua alleata del buon sonno

Difficoltà a dormire? La L-teanina è la tua alleata del buon sonno

Condividi:
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook

materiale scaricabile

Guida pratica per ritrovare il sonno

Tutti abbiamo sentito parlare di melatonina, ma sai che esiste un’altra sostanza che aiuta a riconciliarti con il sonno? Agisce in modo curioso ed è veramente un plus.

Ormai da tempo dormi male e la tua qualità di vita non è più accettabile? Senti che è arrivato il momento di fare qualcosa di concreto contro i problemi del sonno? Ti stai guardando intorno in cerca di informazioni e di aiuto? Sappi che c’è una sostanza alleata del sonno. E non ti stiamo parlando (solo) della melatonina.

 

Anche se capita a tutti, prima o poi, di sperimentare notti insonni, inquiete o di svegliarsi nel bel mezzo della notte per poi non riuscire più a prendere sonno, devi sapere che puoi contare su diversi stratagemmi in grado di migliorare la qualità del sonno e della vita. Stiamo parlando di buone norme di comportamento, ma anche della L-teanina, una sostanza che forse ancora non conosci.

Perché fai fatica a dormire bene

Il risveglio si vede dal buon sonno, ma sai che a volte non solo si può avere difficoltà a dormire bene, ma anche ad addormentarsi. Di conseguenza, al momento del suono della sveglia ci si alza dal letto stanchi, spossati, con poca energia. Non si tratta di una condizione che si esaurisce nel giro di qualche minuto: al contrario, gli effetti di un cattivo sonno si avvertono distintamente nel corso della giornata. Ci si sente infatti irritabili e nervosi, si fa fatica a concentrarsi, e questo non fa altro che impattare negativamente sull’umore e sulla qualità di vita.

 

Ti ci ritrovi? Devi sapere che i fattori responsabili di una scarsa qualità del sonno sono diversi, tra cui:

 

  • Problemi a scuola o sul lavoro
  • Ansia per un colloquio, una riunione, una decisione importante da prendere
  • Stress per i tanti impegni e le attività da portare a termine
  • Problemi di salute
  • Disturbi del sonno, come l’insonnia o la sindrome delle gambe senza riposo (un’intensa irrequietezza alle gambe)
  • Assunzione di alimenti come caffè, alcol, cibi grassi difficili da digerire
  • Attività fisica intensa svolta poche ore prima di andare a letto

Che cos’è la L-teanina

Ora che sei a conoscenza di alcuni dei principali fattori che possono minacciare le tue notti, è arrivato il momento di soffermarci su una sostanza che può agire migliorando il sonno. Probabilmente conosci già la melatonina, cioè quell’ormone prodotto dall’ipofisi (una ghiandola del cervello) coinvolto nei processi legati al ritmo circadiano. Questa sostanza viene spesso utilizzata per facilitare o mantenere l’addormentamento.

 

Ma oggi non vogliamo parlarti (solo) di melatonina, bensì di L-teanina. Verosimilmente non l’hai mai sentita nominare, ma fidati se ti diciamo che potrebbe fare al caso tuo.

 

La L-teanina (L-THE) è un aminoacido in grado di apportare numerosi benefici alla salute. È presente soprattutto nel tè verde (Camellia sinensis L.), una bevanda da sempre molto apprezzata per le sue proprietà, tra cui quella antiossidante.

Benefici della L-teanina

La L-teanina può modulare alcuni aspetti della funzione cerebrale negli esseri umani. Nello specifico, alcuni studi hanno rilevato un suo effetto diretto sul cervello, ossia aumenta l’attività delle onde cerebrali alfa, associate a uno stato di rilassamento seppur vigile.

 

Spieghiamo meglio. Il cervello produce delle onde di lunghezza diversa, che dipendono dall’intensità dell’attività elettrica. Alcune attività, come ad esempio ascoltare un certo tipo di musica, e alcune sostanze come appunto la L-teanina, possono far passare il cervello da una frequenza d’onda ad un’altra, ovvero possono rallentarne o stimolarne l’attività. Le lunghezze d’onda del relax sono le onde alfa, che si innescano proprio nelle ore serali, quando ti predisponi al riposo ma sei ancora in stato di coscienza. In questo stadio ti senti bene, calmo. Da questa condizione, se tutto va bene, passi a quella successiva in cui inizi ad avvertire la sonnolenza e vai a letto. E’ la fase delle onde theta. Bene, devi arrivarci. E la L-teanina può aiutarti a farlo.

 

Dunque, la L-teanina rilassa la mente senza provocare sonnolenza e ha un effetto significativo sullo stato generale di prontezza mentale, eccitazione e attenzione. Inoltre, in una revisione sistematica, quattro studi hanno associato alla L-teanina una riduzione dello stress e dei sintomi dell’ansia. Grazie alle sue proprietà quindi, si rivela utile per abbassare i livelli di tensione, favorendo il rilassamento e dunque il sonno.

 

La L-teanina non va intesa come un sedativo, piuttosto come una sostanza che promuove il rilassamento supportando l’organismo nell’addormentarsi con maggiore facilità.

 

Poi trovare la L-teanina, magari in combinazione con la melatonina per un “effetto potenziato”, in specifici integratori alimentari utili per agevolare il rilassamento, l’addormentamento e per promuovere la durata e la qualità del sonno.

Ma come è fatto il sonno e di quante ore hai bisogno di dormire anche in base alla tua età?

 

Scopri tante interessanti informazioni e curiosità guardando la nostra infografica.

 

 

 

Vuoi tanti altri suggerimenti per migliorare il tuo sonno?

 

Scarica la nostra guida pratica!

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: Le informazioni e i consigli che ti proponiamo sono generali, e come tali vanno considerati, non possono essere utilizzati a fini diagnostici o terapeutici. I professionisti della salute, come il medico e il farmacista, devono rimanere sempre la tua figura di riferimento. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano.

 

Riferimenti:

  • Nobre, A. C., Rao, A., & Owen, G. N. (2008). L-theanine, a natural constituent in tea, and its effect on mental state. Asia Pacific journal of clinical nutrition, 17 Suppl 1, 167–168.
  • M. Everett, D. Gunathilake, L. Dufficy, P. Roach, J. Thomas, D. Upton, N. Naumovski, Theanine consumption, stress and anxiety in human clinical trials: A systematic review, Journal of Nutrition & Intermediary Metabolism, Volume 4, 2016, Pages 41-42.
Ti potrebbe interessare...

Disturbi del Sonno

Non dormi a sufficienza? Scopri di quante ore di sonno a notte hai davvero bisogno!

Disturbi del Sonno

Tutti sappiamo della melatonina, ma esiste un’altra sostanza che aiuta a riconciliarti con il sonno…

Epilessia

Se conosci qualcuno che soffre di epilessia, potresti doverti occupare di lui durante o dopo un attacco. È importante sapere …

Bentornato

Per accedere a queste informazioni è necessario usare le proprie credenziali

Non hai un profilo? Iscriviti