Benessere Psicologico nei Bambini

Il benessere psicologico dei bambini comprende la loro salute mentale ed emotiva; esso è importante per il loro sviluppo quanto lo è la salute fisica. Un buon benessere psicologico offre ai bambini le migliori possibilità di diventare adulti sani e completi, dotati delle capacità di affrontare la vita quotidiana. Scopri gli aspetti che possono influenzare il benessere psicologico dei bambini e il modo in cui è possibile aiutarli a stare bene.

Neuraxpharm fornisce alternative naturali per promuovere il benessere psicologico nei bambini: una volta che il medico ha determinato le esigenze specifiche del paziente, può prescrivere il prodotto che meglio si adatta alle sue esigenze e condizioni.

Cosa può influenzare il benessere psicologico dei bambini?

Il benessere psicologico costituisce una parte essenziale della salute generale dei bambini. È in relazione diretta con la loro salute fisica e la capacità di riuscire bene a scuola, di avere relazioni e nella vita quotidiana in generale.

Il benessere psicologico dei bambini può essere influenzato da una serie di fattori, come la vita familiare e scolastica e l’ambiente in generale. La salute mentale e la salute fisica sono strettamente legate, e disturbi dell’una possono causare disturbi nell’altra; ad esempio, un bambino di cattivo umore può non desiderare di uscire e giocare con gli amici e, di conseguenza, non può ottenere l’attività fisica di cui ha bisogno per rimanere in forma e in buona salute.

I principali tipi di problemi vissuti dai bambini

I bambini possono vivere una vasta gamma di problemi di natura mentale ed emotiva che possono manifestarsi, come malumore, difficoltà di concentrazione, irritabilità, scarse capacità sociali con gli amici e la famiglia, segnali di stress e alti livelli di preoccupazione.

Questi a volte possono essere segnali di una cattiva salute mentale, e possono influenzare la capacità dei bambini di riuscire bene a scuola e di svilupparsi a livello sociale, con un impatto quasi sempre negativo sul loro benessere generale e sulla soddisfazione della vita.

Potenziali legami tra salute fisica e mentale dei bambini

Esistono stretti legami tra la salute fisica e mentale dei bambini e degli adulti.

In particolare, la ricerca ha dimostrato che esiste un legame tra la salute digestiva dei bambini e la loro salute mentale. Gli scienziati riferiscono che il corpo ha due cervelli: uno nella testa e l’altro nell’intestino. Entrambi si sviluppano dallo stesso tipo di tessuto al concepimento, poi una parte si trasforma nel sistema nervoso centrale (il cervello e il midollo spinale) e l’altra nel sistema nervoso enterico (l’intestino). I due sono controllati dagli stessi ormoni e neurotrasmettitori; sono collegati attraverso il nervo vago e sono in costante comunicazione tra loro. Questa connessione unica è conosciuta come “asse intestino-cervello”.

Le caratteristiche del microbiota intestinale (i microrganismi che vivono all’interno dell’intestino umano) possono influenzare lo sviluppo del cervello, il sistema immunitario, i polmoni e la crescita. Uno squilibrio nei batteri intestinali è stato associato a malattie nei bambini e negli adulti, tra cui l’autismo, il disturbo da deficit di attenzione e l’iperattività, l’asma e le allergie.

Uno dei neurotrasmettitori più importanti nella regolazione e nel controllo dell’umore è la serotonina, spesso indicata come “ormone della felicità”. L’intestino produce circa il 95% della serotonina, e le variazioni nei livelli di quest’ultima influenzano l’intestino e il cervello.

Grazie all’asse intestino-cervello, lo stress è anche associato alle variazioni dei batteri intestinali. Ciò significa che le persone che soffrono di stress possono essere più sensibili al dolore, al gonfiore e ad altri disagi digestivi.

Quando i batteri intestinali risultano squilibrati, possono avere un effetto di ampio respiro sulla salute del corpo e della mente.

Alcuni bambini sperimentano anche i cosiddetti “disturbi somatoformi”: provano dolore fisico o angoscia non attribuibili ad alcun disturbo medico ma che può essere causato da disagio psicologico o emotivo.

Qualunque sia la causa, una cattiva salute fisica può impedire ai bambini di partecipare ad attività piacevoli o farli sentire diversi dagli altri, fatto che può influenzare il loro benessere generale. Di conseguenza, il cattivo umore può portare i bambini a scegliere di non partecipare ad attività che possono migliorare la loro salute fisica, rilasciando le endorfine, che migliorano l’umore.

Quali sono i segnali principali da controllare nei bambini?

I bambini possono sviluppare le stesse condizioni di salute mentale degli adulti, ma i loro sintomi possono essere diversi. La maggior parte dei sintomi si riferisce a cambiamenti persistenti nel comportamento del bambino.

Segnali comuni di scarso benessere psicologico

I segnali di avvertimento che il bambino sta vivendo uno scarso benessere psicologico includono:

  • Cambiamenti significativi di comportamento e umore, a casa o altrove (come a scuola o a casa degli amici)
  • Sonno eccessivo o scarso
  • Problemi di concentrazione
  • Irritabilità
  • Evitare le situazioni sociali e le attività preferite in precedenza
  • Persistenti sensazioni di tristezza
  • Variazioni nelle abitudini alimentari – mangiare in quantità eccessiva o scarsa
  • Autolesionismo o abbandono
  • Problemi a scuola, inclusa l’assenza ingiustificata o un calo dei voti
  • Frequenti mal di testa Preoccuparsi o piangere più del solito

Cause e fattori di rischio

Come per gli adulti, le possibili cause e i fattori di rischio per uno scarso benessere psicologico dei bambini possono essere di natura genetica o derivare dall’ambiente circostante.

Cosa può causare lo scarso benessere psicologico dei bambini?

I bambini possono sperimentare una cattiva salute mentale legata ai loro geni, se è stato accertato un problema ereditario (derivante cioè dalla famiglia).

Anche l’ambiente domestico del bambino può avere un effetto. Ad esempio, i bambini che vivono in povertà, che subiscono abbandono, violenza domestica o abusi saranno particolarmente vulnerabili.

Eventi traumatici o cambiamenti, come la nascita di un nuovo fratello o sorella, un cambio di scuola o il trasloco, possono essere fattori scatenanti per alcuni bambini.

Alcuni bambini sono più a rischio?

I problemi di salute mentale dei bambini colpiscono molte famiglie; tuttavia, alcuni possono essere più a rischio a causa delle loro circostanze di vita o di influenze esterne. I potenziali fattori di rischio per i bambini includono:

  • Vivere un evento traumatico, come la morte di un membro stretto della famiglia o il divorzio dei genitori
  • Avere una malattia fisica a lungo termine
  • Avere un genitore con problemi di salute mentale o che fa abuso di sostanze
  • Vivere l’abbandono o subire abusi
  • Subire il bullismo
  • Avere problemi finanziari a casa, inclusa una casa in condizioni di indigenza
  • Rivestire il ruolo di assistente o altro ruolo di responsabilità
  • Difficoltà continue a scuola
Ti potrebbe interessare...

Sostenere il benessere psicologico dei bambini

È importante sostenere i bambini che soffrono di uno scarso benessere psicologico, poiché gli effetti possono avere un impatto a lungo termine sul loro sviluppo e sulle loro possibilità di vita. Con il sostegno degli adulti, è possibile aiutarli ad affrontare meglio le difficoltà che stanno causando loro problemi a casa, a scuola e nei rapporti con amici e familiari.

In che modo si può aiutare i bambini a mantenere il benessere psicologico?

La maggior parte dei bambini è circondata da una comunità di persone, composta da familiari, amici, babysitter, assistenti, insegnanti e altri professionisti come gli infermieri scolastici, che può vigilare su eventuali segnali di avvertimento e in generale supportarne il benessere mentale ed emotivo.

Assicurandosi che il bambino goda di relazioni positive e gratificanti in tutta la sua comunità, possiamo aiutarlo a mantenere un buon benessere psicologico. Le modalità di sostegno ai bambini includono:

  • Ascoltare: chiedere al bambino come sta e le preoccupazioni che ha. Prendere sul serio ciò che dicono. Assicurarsi che le conversazioni sui sentimenti e sulle emozioni siano il più possibile la normalità.
  • Sostenere: se il bambino sembra avere difficoltà, cercare di aiutarlo ad affrontare il problema e chiedere il supporto degli altri (ad esempio, degli insegnanti), se necessario.
  • Incoraggiare: dimostrare interesse verso ciò che piace al bambino, sia che si tratti di sport o di altri hobby. Parlare col bambino di ciò che è importante per lui e dimostrare il proprio sostegno.

Se si è preoccupati per qualsiasi cambiamento continuo nel comportamento del bambino, occorre parlare con gli altri membri della loro comunità e discutere con un medico di qualsiasi problema.

Vita sana

Tutti i bambini trarranno beneficio da uno stile di vita generalmente sano che sostiene il loro benessere fisico, emozionale e mentale. Ciò può includere:

  • Seguire una dieta equilibrata
  • Mantenersi fisicamente attivi
  • Avere il tempo e la possibilità di giocare in casa e all’aria aperta
  • Partecipare ad attività nella comunità locale e con gli amici
  • Vivere all’interno di una famiglia solidale dove si sentono al sicuro e supportati nelle loro scelte

Dove ottenere supporto

Genitori, famiglie, amici, insegnanti e operatori sanitari come gli specialisti in salute mentale infantile possono aiutare a sostenere i bambini a rischio di scarso benessere psicologico.

Uno dei modi più importanti in cui i genitori possono sostenere i loro figli è ascoltarli e prendere sul serio i loro sentimenti. I genitori possono chiedere il sostegno degli altri se sentono che il bambino è in difficoltà per un lungo periodo, se tali sentimenti stanno influenzando la soddisfazione della vita quotidiana del bambino, o se il suo comportamento sta influenzando la vita familiare.

I genitori preoccupati per la salute mentale del loro bambino possono trovare utile discutere le loro esperienze con altri membri della famiglia, gli amici e la cerchia più ampia del bambino, per scoprire se questi ultimi hanno notato eventuali cambiamenti comportamentali. I cambiamenti possono quindi essere discussi con il pediatra.

Il medico può reindirizzare il bambino verso uno psicologo o consulente per una valutazione della sua salute mentale ed emotiva e organizzare qualsiasi supporto o trattamento necessario. Ciò può includere la terapia individuale o familiare, il supporto della scuola del bambino o programmi comunitari volti a sostenere i giovani. Un logopedista potrebbe anche essere di aiuto nel trattamento di eventuali problemi di sviluppo.

 

Studi scientifici

Sono in corso ricerche sul ruolo del microbiota intestinale (l’ecosistema dei microrganismi all’interno del tratto gastrointestinale) come modulatore del cervello e del comportamento. Si ritiene che i periodi di cambiamento del microbiota coincidano con lo sviluppo di altri sistemi corporei e, in particolare, del cervello e dell’asse microbiota-cervello. A causa di ciò, i ricercatori hanno studiato la possibilità di sviluppare nuove strategie di modulazione del microbiota nelle prime fasi di vita per sostenere il neurosviluppo.

È stato anche dimostrato che gli effetti dello “stress tossico” (ad esempio, quando il bambino è vittima di abusi fisici o emotivi) interrompono lo sviluppo dell’architettura cerebrale e di altri sistemi organici e aumentano il rischio di malattie correlate allo stress e al deterioramento cognitivo. Lo stress tossico nell’infanzia può portare a ritardi nello sviluppo e problemi di salute successivi, tra cui malattie cardiache, diabete, abuso di sostanze e depressione.

Ricerche approfondite suggeriscono che la cura, la reattività e l’affidabilità delle relazioni possono aiutare a guarire i bambini piccoli che hanno sperimentato l’abbandono.

Fonti di riferimento

  1.  Flannery JE, Stagaman K, Burns AR et al. Gut feelings begin in childhood: the gut metagenome correlates with early environment, caregiving, and behavior. mBio. 2020;11(1):e02780-19. doi:10.1128/mBio.02780-19
  2.  Ronan V, Yeasin R, Claud EC. Childhood Development and the Microbiome-The Intestinal Microbiota in Maintenance of Health and Development of Disease During Childhood Development. Gastroenterology. 2021;160(2):495-506. doi:10.1053/j.gastro.2020.08.065
  3.  Kurlansik SL, Maffei MS. Somatic Symptom Disorder. Am Fam Physician. 2016;93(1):49-54.
  4.  Cowan CSM, Dinan TG, Cryan JF. Annual research review: critical windows – the microbiota–gut–brain axis in neurocognitive development. Child Psychol Psychiatry. 2020;61(3):353-371. doi:10.1111/jcpp.13156
  5.  Borre YE, O’Keeffe GW, Clarke G, Stanton C, Dinan TG, Cryan JF. Microbiota and neurodevelopmental windows: implications for brain disorders. Trends Mol Med. 2014;20(9):509-518. doi:10.1016/j.molmed.2014.05.002
  6.  Toxic stress. Harvard University Center on the Developing Child. Accessed February 2021. https://developingchild.harvard.edu/science/key-concepts/toxic-stress/
  7.  The Science of Neglect: The Persistent Absence of Responsive Care Disrupts the Developing Brain: Working Paper 12. National Scientific Council on the Developing Child. 2012. Accessed February 2021. https://developingchild.harvard.edu/resources/the-science-of-neglect-the-persistent-absence-of-responsive-care-disrupts-the-developing-brain
Ti potrebbe interessare...

Epilessia

Una diagnosi di epilessia può essere difficile da affrontare per tutta la famiglia, in particolare perché molti genitori non hanno una profonda conoscenza della malattia e del modo in cui aiutare i loro figli a farvi fronte.

Epilessia

Si tratta di crisi in cui il bambino rimane inconscio per breve tempo, fissa nel vuoto e non risponde a ciò che sta accadendo intorno. La loro frequenza e durata sono imprevedibili, creando preoccupazione nei genitori e nei familiari.

Epilessia

La maggior parte dei bambini affetti da epilessia dovrebbe essere in grado di frequentare la scuola tradizionale e godere della propria formazione senza problemi significativi, a condizione che vi sia una buona comunicazione tra la famiglia e la scuola.

Bentornato

Per accedere a queste informazioni è necessario usare le proprie credenziali

Non hai un profilo? Iscriviti