Perché la salute mentale è importante?

Perché la salute mentale è importante?

Condividi:
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook

Una buona salute mentale è una parte essenziale della vita, proprio come una buona salute fisica. I consigli sulla cura del proprio corpo rappresentano un flusso costante di informazioni, ma per lungo tempo non era noto ciò che si faceva, a chi ci si rivolgeva e come ci si prendeva cura del proprio benessere.

Una maggiore consapevolezza e disponibilità a trattare l’argomento ha inaugurato una nuova era, fatta di comprensione e accettazione, e superato alcune barriere di stigmatizzazione pubblica, ma esistono ancora molte sfide da affrontare.

L’impatto sociale di una cattiva salute mentale è sconfortante: il 25% della popolazione europea soffre di depressione o ansia e i disturbi neuropsichiatrici rappresentano il 19,5% dell’onere di malattia per i paesi dell’UE, mentre il costo dei disturbi dell’umore e dell’ansia raggiunge i 170 miliardi di euro all’anno1.

L’impatto personale è devastante: vite rovinate, famiglie distrutte e potenziale personale esaurito. Fino al 50% delle assenze croniche per malattia è dovuto a depressione e ansia1 e nessun paese risulta immune dal suicidio. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha lanciato una campagna di prevenzione del suicidio nel 2019 dopo aver rilevato 128.000 casi in Europa ogni anno2.

I problemi di salute mentale sono complessi, poiché coinvolgono ambiti significativi come la famiglia, l’occupazione, la povertà, la discriminazione e l’accesso all’assistenza sanitaria.

Mental Health Europe, la più grande organizzazione di rete indipendente che rappresenta i pazienti, i professionisti e i fornitori di servizi di salute mentale di tutta Europa, sta conducendo una campagna affinché la salute mentale sia considerata al pari di quella fisica, per quanto riguarda i finanziamenti e le forniture. Essa dichiara: “Sosteniamo il benessere mentale positivo e i diritti dei pazienti. Aumentiamo la consapevolezza per porre fine alla stigmatizzazione della salute mentale e alla discriminazione”. 3

È probabile che tutti soffrano di qualche forma di malattia mentale nella vita, ma per molti è tutt’altro che una fase passeggera, poiché ha un effetto profondo e duraturo sulla felicità, sulla capacità di creare e sostenere relazioni e avere una vita produttiva.

L’impatto inizia in tenera età e continua per tutta la vita, con ricerche che dimostrano che i bambini e gli adolescenti con scarsa salute mentale hanno maggiori probabilità di non riuscire a scuola e di avere un potenziale occupazionale ridotto. Gli adulti diventano meno produttivi sul lavoro e hanno maggiori probabilità di avere difficoltà di relazione, mentre gli anziani hanno maggiori probabilità di essere isolati quando vivono la malattia mentale. 4

Le ragioni fondanti per voler eliminare la stigmatizzazione pubblica intorno alla salute mentale e migliorare l’offerta delle misure a disposizione sono comuni a qualsiasi età, genere, confine socio-economico e geografico.

La crescente evidenza e consapevolezza dell’onere dei problemi di salute mentale in Europa ha generato miglioramenti, ma le ripercussioni personali ed economiche sono ancora una piaga per la società e per i sistemi sanitari nazionali.

La salute mentale e quella fisica hanno uguale importanza nella vita e ciascuna può avere un impatto negativo o positivo sull’altra. L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, caratterizzato non solo dall’assenza di malattia o infermità”. 5

Questa definizione è rimasta invariata dal 1948.

La ricerca ha dimostrato che il 30% delle persone affette da patologie fisiche a lungo termine soffre anche di depressione o ansia. Secondo una stima, l’impatto della cattiva salute mentale sulla malattia fisica costa al sistema sanitario nazionale del Regno Unito 9 miliardi di euro all’anno 6: tale enorme cifra è replicata in tutta Europa e forma una parte significativa dei 600 miliardi di euro totali dei 28 paesi dell’UE. 7

 

Riferimenti:

  1. World Health Organisation Regional Office for Europe. Facts and Figures. Accessed February 2021. https://www.euro.who.int/en/health-topics/noncommunicable-diseases/mental-health/news/news/2012/10/depression-in-europe/depression-in-europe-facts-and-figures
  2. World Health Organisation Regional Office for Europe. WHO launches campaign on suicide prevention. Accessed February 2021. https://www.euro.who.int/en/media-centre/events/events/2019/09/who-launches-campaign-on-suicide-prevention
  3. Mental Health Europe. Our Mission. Accessed February 2021. https://www.mhe-sme.org/who-we-are-2/#1506698796176-ec64e16f-8e5b
  4. OECD/European Union. Promoting mental health in Europe. November 2018. Accessed February 2021. https://www.oecd-ilibrary.org/docserver/health_glance_eur-2018-4-en.pdf?expires=1611771169&id=id&accname=guest&checksum=82CAA689890C8B4CDD6F862F9C004FFC
  5. World Health Organization. What is the WHO definition of health? Accessed February 2021. https://www.who.int/about/who-we-are/frequently-asked-questions
  6. The King’s Fund. Mental Health: Time to Think Differently. Accessed February 2021. https://www.kingsfund.org.uk/projects/time-think-differently/trends-disease-and-disability-mental-physical-health
  7. Mental health problems costing Europe heavily. Accessed February 2021. https://www.oecd.org/newsroom/mental-health-problems-costing-europe-heavily.htm
Ti potrebbe interessare...

Alzheimer

Una diagnosi di epilessia può essere difficile da affrontare per tutta la famiglia, in particolare perché molti genitori non hanno una profonda conoscenza della malattia e del modo in cui aiutare i loro figli a farvi fronte.

Epilessia

Una diagnosi di epilessia può essere difficile da affrontare per tutta la famiglia, in particolare perché molti genitori non hanno una profonda conoscenza della malattia e del modo in cui aiutare i loro figli a farvi fronte.

Epilessia

Si tratta di crisi in cui il bambino rimane inconscio per breve tempo, fissa nel vuoto e non risponde a ciò che sta accadendo intorno. La loro frequenza e durata sono imprevedibili, creando preoccupazione nei genitori e nei familiari.

Bentornato

Per accedere a queste informazioni è necessario usare le proprie credenziali

Non hai un profilo? Iscriviti